A casa di Gianluca Mech, noto conduttore televisivo ed imprenditore di successo per parlare di salute e benessere ai tempi del covid

Gianluca, chi avrebbe mai detto di trovarci in questa situazione? Come stai vivendo ai tempi del Coronavirus?

Cerco di vivere queste giornate nel modo più rilassante possibile.

È sì una quarantena e un periodo difficile, però può essere un’occasione per vivere la vita in maniera diversa, più raccolta.

Questo è un momento di cambiamento nella mia vita, così come in quella di tante altre persone, perché dobbiamo modificare la nostra routine, imparare a lavorare da casa e a muoverci il meno possibile: credo che le disposizioni che abbiamo seguito per il nostro bene ce le porteremo come nuovo e buon stile di vita anche quando la quarantena sarà finita e potremo uscire.

Comunque cerco di vivere queste giornate nel migliore dei modi tenendo soprattutto la testa impegnata: pianifico quello che farò quando tutto questo sarà finito.

Hai cambiato le tue abitudini casalinghe? Immagino di sì!

Tantissimo (ride, ndr)! Non ho mai fatto lavori casalinghi e quindi mi sono rimboccato le maniche, dedicandomi soprattutto alla cucina. Ho visto che mi portano via tanto tempo… quindi devo imparare a farli meglio (ride, ndr).

Hai qualche aneddoto da raccontarci capitato in casa?

Sono un amante del caffè e avevo l’abitudine di prenderlo sempre al bar. Così ho acquistato una caffettiera ma, ahimè, la prima l’ho dovuta buttare perché mi sono dimenticato l’acqua…

Quale stanza prediligi della tua casa in questo momento? E perché?

A dire il vero non c’è una stanza vera e propria che io prediliga: sto spesso nella mia bellissima terrazza, di 150mq, che non mi ero mai goduto perché con il mio lavoro sono sempre in movimento.

È sia un contatto con l’esterno ma anche con me stesso, dove posso ritrovarmi e riordinare i pensieri… e poi è anche un’occasione per scambiare qualche parola, da una terrazza all’altra, con vicini di casa che non conoscevo (ride, ndr)!

Riesci a lavorare da casa?

Assolutamente, anzi, riesco a fare molte più cose da casa: non nego che è stata una cosa che mi ha sorpreso.

Pochi giorni dopo l’inizio del lockdown siamo riusciti a portare a termine anche il restyling del mio sito ufficiale gianlucamech.com, contestualmente alla presentazione della nuova linea Tisanoreica, potenziata e perfezionata.

Riesco a fare dei lavori che prima mi obbligavano a mettermi in viaggio, anche per un lungo periodo di tempo. Ora riesco a partecipare come ospite a dalle trasmissioni negli USA stando seduto comodamente nel mio salotto: magari la qualità non sarà spettacolare come essere fisicamente in studio però l’effetto è sempre ottimo.

Ne guadagniamo in tempo e salute ma, soprattutto, ne guadagna l’ambiente.

Cosa ti manca di più della vita di un mese fa?

Sicuramente l’espresso del bar e le cene di sera con gli amici che, come sappiamo, al momento non si possono fare.

Si cerca di colmare questo gap con i social, però stare insieme ha un valore che va al di là delle prelibatezze gastronomiche: significa condividere la nostra vita con gli altri.

Tre consigli utili per mantenersi in forma durante questo isolamento forzato.

Il primo consiglio è quello di seguire la dieta Tisanoreica in questo momento, perché ci permette di perdere peso in poco tempo.

È una dieta che va seguita in maniera seria e questo periodo di isolamento ci mette al riparo da molte tentazioni: non ci sono gli aperitivi o le cene al ristorante, tutte quelle distrazioni che renderebbero dura la vita di chi è in Tisanoreica.

Inoltre consiglio di evitare di ricorrere al cibo spazzatura per combattere l’ansia.

Siamo bombardati da notizie preoccupanti e spesso ricorriamo ai dolciumi per trovare anche un po’ di conforto: teniamo a portata di mano, invece, una tisana calda che fa anche del bene.

L’ultimo suggerimento è quello di limitare l’uso del sale: usare, se possibile, delle tisane diuretiche all’asparago o betulla che aiutino l’eliminazione dei liquidi in eccesso. A causa della quarantena, infatti camminiamo molto meno e abbiamo la tendenza a gonfiarci.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Leggi anche:

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.