Loft M50: sinfonia chiaroscura

In perfetto stile moderno black and white, Loft M50 ci accompagna nel suo eufonico mondo di atmosfere.

Tasti bianchi e tasti neri. Due mondi opposti a confronto che, se uniti con sapienza, generano l’armonia. Accade con il pianoforte e, nel centro di Torino, nel cortile di quella che un tempo era una carrozzeria: è il Loft M50, riconvertito e ristrutturato dall’interior designer Paola Maré.
Su queste note, siamo ora pronti a entrare nel vivo del progetto che ha portato alla nascita del loft, uno spartito divenuto sensazioni tattili e visive dallo stile moderno, arioso e ricco di contrasti.

Loft M50

Loft M50: più spazio per il comfort domestico

Costituito al pianterreno da un open space che ospita living, zona pranzo, bagno, studio e spazio esterno, e al piano superiore da tre soppalchi con, rispettivamente, camera da letto con bagno e vasca idromassaggio, zona relax e sala degli ospiti, Loft M50 gioca con le luci e con la labilità dei confini pensata da Paola Maré per ampliare gli spazi e creare atmosfere suggestive.
Lo vediamo ad esempio nella zona pranzo, schermata da un setto in muratura, e nel pannello scorrevole in legno che collega lo studio al resto della casa.
Ma in questo spazio dove i muri, la carta da parati, i materiali, gli arredi e i pavimenti ci riportano a metafore musicali, anche in ciò che è assente possiamo riscontrare tale attenzione alla moltiplicazione degli spazi: su tutto, di particolare impatto è stata la rimozione del muro che separava le due capannine strette e lunghe del loft e di una porzione del tetto, delimitata da serramenti scorrevoli.

Loft M50

Le scale e i pavimenti

Come accennavamo, tutti gli elementi costitutivi del nuovo loft torinese sembrano concorrere a un unico scopo, pavimento incluso. Dopo aver compiuto un ideale tour dell’abitazione, scendiamo le scale, vivaci giochi geometrici neri che fanno da ponte alla zona soppalcata (in foto in alto), e gettiamo uno sguardo ai rivestimenti scelti per il living, la cucina e il bagno principale. Si tratta di pavimentazioni in gres porcellanato dalla morbida spatolatura, appartenenti alla collezione Beton di Casalgrande Padana. Nei toni neutri, chiari nel caso del colore Pearl, scelto per i primi due ambienti di Loft M50, e scuri nel caso di Dark per meglio adattarsi alle nuance del bagno, il nostro viaggio di visioni musicali sinestetiche, fatte di esplorazione e ascolto, giunge alla sua conclusione.

Condividi questo articolo:

Most Popular

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel mondi di DIMORA magazine, scopri ogni giorno le ultime tendenze direttamente nella tua email!

Categories

DImora magazine consiglia
Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.