Alla scoperta del Borgo del Carato country resort Spa

Borgo del Carato: struttura di lusso circondata dal verde. Un luogo perfetto non solo per eventi e matrimoni ma anche per momenti di relax.

Cari lettori di Dimora Magazine, oggi vi vogliamo far viaggiare almeno con la vista e l’udito, attraverso le immagini e la storia del meraviglioso Borgo del Carato. Country resort Spa situato a Palazzolo Acreide a venti km da Siracusa e a trenta km dalle bellissime spiagge Siciliane.

Partiamo dal nome, così particolare. Deriva dal fatto che la struttura è circondata da alti alberi di carrubo e ulivi centenari. La parola carato deriva dall’arabo “qirat”, in greco kerátion (diminutivo di kéras, corno), carruba. Il seme del carrubo si usava per pesare poiché aveva un peso estremamente uniforme di circa 1/5 di grammo. Il carato è quindi un’unita di misura pari a 0,2 grammi.

Questo resort è stato costruito per realizzare il sogno del suo attuale proprietario Luigi Crispino. Si è creato un luogo elegante e immerso nella natura, dove ospitare, insieme alle figlie Anna e Lelia i suoi ospiti. Si ha la possibilità di trascorrere un soggiorno unico, con la percezione di essere in estremo contatto con la natura.

Proprio per le caratteristiche e l’estrema bellezza della terra dove sorge, negli anni è divenuto anche teatro di matrimoni ed eventi, regalando ricordi indelebili ai suoi ospiti.

Dalle sei camere da letto a disposizione all’inizio, ora ci sono venti camere per un totale di cinquantacinque posti letto. Un’area benessere per vivere momenti di relax assoluto e un ristorante dove gustare piatti realizzati con i prodotti coltivati all’interno dei novanta ettari di terreno in cui sorge il Borgo del Carato. All’interno vi è infatti anche l’azienda agricola che ha come punta di diamante la produzione dell’olio, grazie ai suoi ulivi secolari presenti.

A causa della pandemia da Covid 19 il Borgo del Carato ha ovviamente subito importanti perdite pari al 75% circa.

Chiediamo a Leila Crispino, una delle proprietarie insieme al padre Luigi e alla sorella Anna, come hanno ovviato a questa crisi. Uno dei settori più colpiti è stato appunto quello alberghiero e degli eventi, come ha impattato sul vostro business?

Nel periodo estivo la struttura è andata molto bene, consentendoci di recuperare parte delle perdite dovute al lockdown. Ora siamo chiusi per la solita chiusura annuale e stiamo cercando di preparare la prossima stagione con investimenti di migliorie e programmazione dei prossimi eventi. Speriamo che la situazione vada presto migliorando e facendoci trovare pronti alla riapertura e alla ripartenza.

Essendo una struttura a conduzione famigliare abbiamo potuto continuare a tenere la struttura nelle migliori condizioni possibili.

Come ci diceva la vostra struttura ospita anche eventi e matrimoni è corretto?

Si ospitano matrimoni di clienti sia nazionali che internazionali. Abbiamo un catering interno e un catering esterno e la possibilità per gli sposi e gli ospiti di fermarsi a dormire in struttura, cosa molto piacevole per gli sposi che così possono godersi il loro giorno fino in fondo. Inoltre ospitiamo eventi di meditazione, yoga proprio per il fatto che siamo immersi nella natura.

Come si può prenotare la vostra struttura? Vi affidate a terzi per le prenotazioni?

No, facciamo tutto direttamente noi. Per i matrimoni ci avvaliamo del portale matrimonio.com oltre ovviamente al nostro sito borgodelcarato.com

Per i soggiorni siamo presenti su portali come booking o expedia e infine siamo presenti anche sui social Istagram e Facebook.

Ci sono luoghi che si possono visitare nelle vicinanze?

Assolutamente si, il resort si trova in una posizione strategica, molto vicino alla bellissima Siracusa ma anche alle spiagge e alla parte più bella balneare.

Grazie Leila per aver condiviso con noi e con i nostri lettori questo luogo incantato Siciliano.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Leggi anche:

Domande e risposte insieme a Libero Rutilo

Buon giorno Libero, grazie per averci concesso quest’intervista. Per prima cosa vorrei che si presentasse e che ci raccontasse quali sono stati i segnali che

Comprare un immobile “sulla carta”

Si è visto che l’acquirente può concludere un preliminare di vendita per un immobile esistente oppure per uno “sulla carta”. In tale ultimo caso si

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.