Compro o prendo in affitto? 

Il dubbio è amletico e non esiste una soluzione uguale per tutti. Per scegliere la soluzione migliore occorre valutare le proprie esigenze e il proprio budget. Consultare un agente immobiliare può aiutare a chiarirsi le idee.

“Dottor Gallo, ma lei cosa mi consiglia. Compro o prendo in affitto?” Chi, in cerca di una nuova casa (prima, seconda o terza) non si è fatto, o non ha posto al suo agente di fiducia, questa domanda? 

La risposta, capite bene, non è unica ma dipende da vari fattori. Ad entrare in gioco sono molti elementi tra cui le esigenze personali, il budget a disposizione e lo stile di vita. In tutti i casi, però, acquisto e affitto hanno entrambi i loro vantaggi e svantaggi.

Per chi è alla ricerca di una soluzione a lungo termine, l’acquisto di una casa potrebbe essere la scelta migliore. Noi italiani abbiamo una forte cultura del risparmio e investire nel mattone rappresenta ancora una scelta solida per il futuro, specie se si hanno dei figli. Inoltre, non è da trascurare che a fronte di una rivalutazione immobiliare in continua crescita, attualmente i tassi di interesse dei mutui sono ancora piuttosto accessibili, il che rende l’acquisto di una casa un buon investimento.

Tuttavia, inutile negarlo, comprare richiede sempre un esborso di capitale iniziale, cosa che per qualcuno può risultare troppo onerosa. Inoltre, la proprietà di un immobile implica anche l’impegno al suo mantenimento cui si aggiungono, specie nel caso non si tratti di una prima casa, anche dei costi fiscali che nel tempo potrebbero risultare difficili da sostenere.

Quindi una volta valutato il budget, se si è in cerca di una soluzione a breve termine o si è ancora incerti sul proprio futuro personale e lavorativo, il mio consiglio è quello di prendere in considerazione una casa in locazione. Non richiede un grande investimento iniziale e sgrava da manutenzione e riparazioni eventuali, che restano a carico del proprietario.

Ma attenzione! Valutato sul lungo periodo l’affitto potrebbe risultare poco conveniente. Primo perché spesso la rata mensile di una casa in locazione si avvicina molto a quella di un mutuo, con la differenza che a contratto chiuso non resta nulla “in mano”; secondo perché la richiesta del proprietario potrebbe anche aumentare negli anni.

Insomma, la scelta tra acquisto e affitto va davvero valutata caso per caso. Noi agenti immobiliari possiamo aiutare a valutare le due opzioni alla ricerca della soluzione più adatta. 

Condividi questo articolo:

Leggi anche:

Cerchi casa a Milano, in zona Isola?

Un quartiere con lo sguardo teso al futuro e i piedi saldi nella sua storia. Rivalutata dalla nuova City di Porta Nuova, l’Isola si conferma

Il design originale di Kindof

Kindof nasce nel 2014 da un’idea dei fratelli Luca e Mattia Ghielmi. Un’idea che diviene presto una sfida: usare un materiale semplice e di uso

Cerchi casa a Milano, in zona Isola?

Un quartiere con lo sguardo teso al futuro e i piedi saldi nella sua storia. Rivalutata dalla nuova City di Porta Nuova, l’Isola si conferma

Il design originale di Kindof

Kindof nasce nel 2014 da un’idea dei fratelli Luca e Mattia Ghielmi. Un’idea che diviene presto una sfida: usare un materiale semplice e di uso

L’EDITORIALE DEL LUNEDI’

Oggi vorrei parlarvi di una delle questioni più spinose che accompagnano una compravendita, ovvero della differenza tra metri quadri commerciali e metri quadri calpestabili: due

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.