Yūrei di OmniDecor: esplorando le possibilità del vetro

Dalle forme sinuose e in armonioso dialogo con il metallo leggero ad un manifesto delle infinite possibilità del vetro: questo è Yūrei, la selezione di vasi firmata Lidia Covello e Alberto Gaiotto.

Una selezione di vasi del lab milanese OmniDecor che rispetta la direzione intrapresa nel 2022 con Intro portandola al contempo un passo oltre: è questo il carattere con cui la collezione Yūrei ha fatto il proprio ingresso trionfale alla Milano Design Week 2023. Disegnati da Lidia Covello e Alberto Gaiotto, i vasi si fanno biglietto da visita della creatività e capacità di progettazione con il vetro con cui OmniDecor si impegna ad alimentare l’idea di qualità associata al Made in Italy.

Yurei OmniDecor

Da Intro a Yūrei: la nuova direzione di OmniDecor

Innanzitutto, facciamo un piccolo salto indietro nel tempo: per meglio comprendere il percorso affrontato dal brand occorre tornare un istante al lancio della collezione Intro, disegnata da Lidia Covello. Mentre questa collezione è stata un racconto di inclusione di qualcosa in uno spazio – fisico o intangibile – preciso, attraverso autentiche microinstallazioni di forme geometriche di vetro DecorOpal colorato e vetro OmniDecor trasparente, con Yūrei (foto in alto) ci si è spostati verso nuove ispirazioni: le molteplici possibilità applicative del vetro che OmniDecor si propone di mostrare attraverso prodotti finiti artigianali e innovativi.

Il potenziale del vetro oltre i propri confini tradizionali

Realizzati da una sagoma di vetro dal tratto libero e da un tubolare in alluminio verniciato, i vasi Yūrei sono dunque un “inno alla liberazione” del materiale al centro delle lavorazioni dell’azienda milanese, non più prerogativa quasi esclusiva del mondo dell’architettura e dell’arredamento, ma capace di inserirsi con successo nella progettazione di oggetti d’arredo grazie alla sua forza espressiva. Forza espressiva che, guardando alle ultime sperimentazioni di OmniaDecor, si declina in un senso di armonia e serenità: senza imporsi con la loro presenza fisica ma anzi, catturando lo sguardo proprio per la scenografia trasparente diffusa che vanno a creare, i vasi della selezione Yūrei portano nel vivere quotidiano un esempio che di certo non sarà l’ultimo delle potenzialità sia pratiche che estetiche del vetro.

Condividi questo articolo:

Leggi anche:

Cerchi casa a Milano, in zona Isola?

Un quartiere con lo sguardo teso al futuro e i piedi saldi nella sua storia. Rivalutata dalla nuova City di Porta Nuova, l’Isola si conferma

Il design originale di Kindof

Kindof nasce nel 2014 da un’idea dei fratelli Luca e Mattia Ghielmi. Un’idea che diviene presto una sfida: usare un materiale semplice e di uso

Come scelgo la casa per le vacanze?

In questo 2023 di “ponti”, di weekend lunghi, di scorci di vacanza in ogni mese, l’alloggio privato resta la soluzione ideale per chi desidera starsene

Cerchi casa a Milano, in zona Isola?

Un quartiere con lo sguardo teso al futuro e i piedi saldi nella sua storia. Rivalutata dalla nuova City di Porta Nuova, l’Isola si conferma

Il design originale di Kindof

Kindof nasce nel 2014 da un’idea dei fratelli Luca e Mattia Ghielmi. Un’idea che diviene presto una sfida: usare un materiale semplice e di uso

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.