Picasso. La metamorfosi della figura: al Mudec la mostra sul celebre pittore del Novecento

Poliedrico, innovativo, in costante evoluzione: il grande maestro Pablo Picasso torna a sorprendere al Mudec di Milano.

Picasso al Mudec

Ha inaugurato il 22 febbraio e continuerà fino al prossimo 30 giugno la mostra che rende omaggio a uno dei più pionieristici pittori dello scorso secolo: Picasso. La metamorfosi della figura. Ospitata negli spazi del Mudec, l’esposizione chiude un 2023 di celebrazioni in onore del 50° anniversario dalla scomparsa del celebre artista co-fondatore del Cubismo. Curata da Malén Gual e Ricardo Ostalé, la mostra coinvolge un ricco ventaglio di realtà e istituzioni: è infatti prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, promossa dal Comune di Milano-Cultura con il contributo di Fondazione Deloitte, institutional partner, patrocinata dall’Ambasciata di Spagna in Italia, e vede come decor partner Jannelli&Volpi. Ma entriamo nel vivo di La metamorfosi della figura, per riscoprire il lato primitivo di Pablo Picasso.

Picasso al Mudec
Foto di Carlotta Coppo

La metamorfosi della figura: l’evoluzione del genio artistico di Picasso

Dai lavori degli esordi del 1906, questo poliedrico maestro spagnolo ha operato per tutta la vita una costante rielaborazione intellettuale. Con oltre 40 tra dipinti e sculture, insieme a 26 disegni e bozzetti preparatori del Quaderno n. 7 concesso dalla Fondazione Pablo Ruiz Picasso – Museo Casa Natal di Malaga, Picasso. La metamorfosi della figura si propone di dare risalto proprio a tale inarrestabile impulso.
Ma questo è un compito che l’esposizione ospitata al Mudec non deve assolvere da sola: fondamentale, infatti, è l’accompagnamento in questo percorso dei maggiori musei spagnoli in possesso di opere dell’artista, dalla Casa Natal di Malaga al Museo Picasso di Barcellona, fino al Museo Reina Sofia di Madrid e ad alcune collezioni private. Filo rosso di La metamorfosi della figura il concetto di arte primitiva: l’esposizione, infatti, pone l’accento su quanto profondamente il grande maestro abbia colto il significato dell’arte africana, egizia, neolitica, proto-iberica, oceanica e greca, arrivando ad assimilarla per tutta la vita nella sua innovativa produzione.

Per maggiori informazioni sulla mostra, vi rimandiamo al sito ufficiale del Mudec.

Jannelli&Volpi

About Jannelli&Volpi

Decor partner di Picasso. La metamorfosi della figura, Jannelli&Volpi è una delle maggiori aziende nella produzione e distribuzione di rivestimenti murari e carte da parati Made in Italy. Fondata nel 1961 da Oreste Jannelli, è mossa da una speciale attenzione verso il mondo dell’arte, consolidata negli anni con collezioni dedicate al tratto e all’unicità di artisti quali M.C. Escher, Kandinsky e Klimt. Di qui l’ultima collaborazione di rilievo, che ha portato Jannelli&Volpi a fare letteralmente da cornice alle opere del grande maestro spagnolo con due proposte di wallcoverings – collezioni JV504 Tiébélé e JV102 Cromie.

Condividi questo articolo:

Most Popular

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel mondi di DIMORA magazine, scopri ogni giorno le ultime tendenze direttamente nella tua email!

Categories

DImora magazine consiglia
Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.