Fiandre Architectural Surfaces protagonista di EMOTION, la nuova spettacolare mostra al Chiostro del Bramante

Oltre 20 opere interattive all'insegna della sensoralità: prendendo parte al grande progetto espositivo di EMOTION, Fiandre Architectural Surfaces fa il proprio debutto nel mondo artistico.

EMOTION

Spesso il fascino di un luogo deriva in parte dalla sua struttura, da come dialoga con il contesto nel quale si inserisce, e in parte da come, nel tempo, si trasformi a livello essenziale, acquisendo nuove funzioni ed accogliendo il nuovo. Splendida costruzione nel cuore della Capitale, il Chiostro del Bramante rappresenta un ottimo esempio di questo tipo di bellezza: negli ultimi anni, alla maestosa armonia dei suoi ambienti, che si sviluppano tutt’intorno al perimetro del quadrilatero interno, si è accompagnato lo spettacolo mai uguale di mostre ed esposizioni temporanee di grande impatto emotivo. Ed è proprio dalle emozioni che ripartiamo nel raccontarvi EMOTION, l’ultima mostra ospitata nel Chiostro e visitabile fino al prossimo aprile, e dei suoi protagonisti.

EMOTION Fiandre Architectural Surfaces
Con Le ombre del mare, opera di Alessandro Sciaraffa, Fiandre Architectural Surfaces fa il proprio ingresso anche nel mondo dell’arte contemporanea.

Quando un materiale si fa arte: Le ombre del mare

Abbiamo già avuto occasione di parlare dei prodotti di Fiandre Architectural Surfaces, ma questa è la prima volta che possiamo farlo coniugando le mille possibilità applicative delle loro superfici ceramiche al vasto e variegato mondo della pura arte: nella mostra “EMOTION – L’arte contemporanea racconta le emozioni”, infatti, il celebre artista torinese Alessandro Sciaraffa ha scelto di partire da questi materiali per realizzare una delle installazioni interattive dell’esposizione: Le ombre del mare.
Naturalmente, la scelta non è stata casuale né improvvisata. Come Sciaraffa racconta:

Il mio rapporto con Fiandre nasce da lontano, dal Kazakistan, dove presentavo una personale. Sono rimasto stupito dalla qualità dei materiali, dalle loro potenzialità e dall’attenzione che Iris Ceramica Group pone al tema della sostenibilità ambientale e ho pensato che mi sarebbe piaciuto lavorare con queste lastre ceramiche rendendole forma espressiva.

Alessandro Sciaraffa

Ecco dunque che le lastre in gres porcellanato ultrasottili di grandi dimensioni delle collezioni Graniti Maximum, Pietre Maximum e Datauni Maximum si prestano alla sound art di cui l’artista torinese è esponente: nella sua installazione interattiva, lo studio delle onde sonore si manifesta attraverso il movimento del visitatore. Infatti, attraverso un’infiorescenza di sensori e una cassa armonica, le ombre di chi transita lungo l’opera sensoriale si trasformano nello sciabordio delle onde, quelle del mare che ciascuno di noi ha dentro di sé.

EMOTION
Uno scatto di una delle opere parte del percorso sensoriale di EMOTION.

EMOTION – L’arte contemporanea racconta le emozioni

Ma questa non è che la punta dell’iceberg della temporary exhibition ospitata nel DART Chiostro del Bramante: curata da Danilo Eccher, EMOTION è un vero e proprio percorso all’insegna della sensorialità, nel quale lasciarsi stordire piacevolmente i sensi da più di 20 opere stand-alone e al contempo in dialogo con l’architettura rinascimentale del Chiostro. I grandi nomi che hanno offerto il loro contributo artistico nella sua realizzazione danno l’idea del respiro internazionale del grande progetto espositivo: oltre al sopraccitato Alessandro Sciaraffa, AES+F, Mat Collishaw, Subodh Gupta, Carsten Höller, Eva Jospin, Kimsooja, Luigi Mainolfi, Masbedo, Annette Messager, Paul Morrison, Luigi Ontani, Tony Oursler, Piero Pizzi Cannella, Laure Prouvost, Pietro Ruffo, Gregor Schneider, Paolo Scirpa, Nedko Solakov e Adrian Tranquilli.

Condividi questo articolo:

Leggi anche:

Cerchi casa a Milano, in zona Isola?

Un quartiere con lo sguardo teso al futuro e i piedi saldi nella sua storia. Rivalutata dalla nuova City di Porta Nuova, l’Isola si conferma

Il design originale di Kindof

Kindof nasce nel 2014 da un’idea dei fratelli Luca e Mattia Ghielmi. Un’idea che diviene presto una sfida: usare un materiale semplice e di uso

Cerchi casa a Milano, in zona Isola?

Un quartiere con lo sguardo teso al futuro e i piedi saldi nella sua storia. Rivalutata dalla nuova City di Porta Nuova, l’Isola si conferma

Il design originale di Kindof

Kindof nasce nel 2014 da un’idea dei fratelli Luca e Mattia Ghielmi. Un’idea che diviene presto una sfida: usare un materiale semplice e di uso

Domande e risposte insieme a Libero Rutilo

Buon giorno Libero, grazie per averci concesso quest’intervista. Per prima cosa vorrei che si presentasse e che ci raccontasse quali sono stati i segnali che

Acquisto una casa donata ci sono conseguenze per chi compra?

Difficilmente, infatti, il soggetto dispone dell’intera somma e quindi, si vede costretto a chiedere ad un istituto dicredito una somma di denaro a mutuo che poi si impegna a restituire con gli interessi. Ebbene qualora questo impegno, che normalmente copre un

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.