ADI – Associazione per il Disegno Industriale accoglie la domanda di iscrizione di SAI

Alla base della candidatura dell’azienda, leader nella produzione di pannelli truciolari grezzi e nobilitati, la profonda condivisione dell’idea di design come strumento culturale e il desiderio di diventare parte attiva di una realtà che dal 1956 valorizza e sostiene il “sistema design” nazionale, promuovendo le idee innovative e la creatività Made in Italy. La domanda dell’azienda piacentina ha ricevuto il benestare dell’associazione in virtù dell’innovazione tecnologica dei suoi processi industriali e della costante ricerca progettuale tesa a ottenere superfici dall’alta resa cromatica e tattile. Materici e versatili, i pannelli compongono un catalogo molto vasto e in continuo ampliamento, sempre in grado di anticipare e intercettare le diverse tendenze e soddisfare le esigenze dei produttori d’arredo e degli interior designer. Infine, aggiunge valore al risultato estetico l’attenzione verso la salvaguardia della natura insita nel DNA di SAIB, che dal 1994 riutilizza solamente legno di recupero (pellet, cassette per la frutta, imballi, assi per l’edilizia, mobili dismessi). Pioniera nel riutilizzo di materiale proveniente dalla raccolta differenziata, oggi l’azienda dichiara di evitare l’abbattimento di circa 750.000 alberi ogni anno e si fa portavoce – attraverso l’amministratore delegato Clara Conti – di una visione innovativa e fortemente orientata al futuro.

Il profilo aziendale di SAIB e nuovi moodboard sono disponibili al seguente link: https://adpcomunicazione.box.com/v/SAIBingressoADI

L’AZIENDA

SAIB è una delle principali aziende italiane produttrici di pannello truciolare grezzo e nobilitato. Nata nel 1962 da un’idea di Eva Bosi e Giorgio Rinaldi a Caorso, alle porte di Piacenza, SAIB incentra da subito la produzione su un processo virtuoso, basato sul riutilizzo degli scarti di lavorazione del legno vergine per dar vita ad un prodotto vantaggioso e versatile che riduce i costi di fabbricazione del mobile. Nel 1994 avvia la conversione da uso di legno vergine a uso di legno a fine vita introducendo il principio di Rewood (realizzazione di pannelli eco-sostenibili con legni di recupero, già usati e scartati, a favore di un processo che non impatta sulla natura), arrivando oggi a recuperare circa 500.000 tonnellate all’ anno di scarti di legno derivanti dalla raccolta differenziata. Saldamente in mano da oltre 50 anni ad uno stesso gruppo familiare, SAIB investe sull’innovazione come strumento di progresso e di salvaguardia dell’ambiente, opera su 600.000 metri quadrati di superficie e su due linee continue di produzione, cui si aggiungono quattro linee di nobilitato di ultima generazione per una produzione totale di 2000 m3 al giorno. I costanti investimenti in tecnologia, accompagnati da una ricerca orientata ad ottenere superfici dal forte impatto tattile ed emozionale, le consentono di essere un soggetto chiave all’interno della filiera del product design di alta qualità, in grado di sposare al meglio estetica, tecnica e riuso.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Leggi anche:

Lastrico solare: costruire una pergola

Si è già avuto modo di affrontare il tema del lastrico solare in un precedente approfondimento. Oggi si tratterà nuovamente dell’argomento anche se il campo

Lastrico solare: costruire una pergola

Si è già avuto modo di affrontare il tema del lastrico solare in un precedente approfondimento. Oggi si tratterà nuovamente dell’argomento anche se il campo

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Per approfondire clicca qui.